Finanziamenti e Formazione

Bonus Marketing Turismo: un nuovo finanziamento per il rilancio del settore turistico

Come tutti sappiamo l’Italia è il paese nel quale si trovano più beni Unesco, ben 58.

Quindi, il turismo rappresenta uno tra i settori più importanti della nostra economia. Infatti, secondo i dati del 2019, dati pre – pandemia, il nostro paese era il quinto più visitato al mondo con ben 94 milioni di visitatori l’anno e il settore, da solo, generava direttamente il 5% del Pil nazionale, mentre, secondo alcune stime prendendo in considerazione anche l’indotto la percentuale saliva al 13%.

I siti maggiormente visitati sono quelli più rinomati presenti nelle grandi città d’arte, ma le ricchezze del paese non si limitano solamente a questi monumenti.

L’intera penisola è costellata di bellezze da proteggere e valorizzare con l’obiettivo di creare un’economia sostenibile che sia in grado di generare introiti, in modo, da contrastare il fenomeno dello spopolamento dei piccoli borghi e ridare vita a comunità che altrimenti rischierebbero di scomparire.

Questo è il compito principale del marketing territoriale. Per fare questo, tuttavia è necessario mettere in moto un sistema che sia in grado di comunicare e valorizzare anche i territori più periferici.

Proprio per questo motivo, l’ENIT, l’agenzia nazionale del turismo, in collaborazione, con il Ministero del Turismo ha pubblicato il bando “Bonus Marketing Turistico“, allo scopo di aiutare le imprese nella promozione turistica.

Leggi anche : Marketing Territoriale e nuovi modelli di sviluppo turistico

Bonus Marketing del Turismo: Gli obiettivi e le risorse

Iniziamo ad approfondire il Bonus del Marketing del turismo partendo dagli obiettivi che hanno spinto a finanziarlo. L’obiettivo è quello di migliorare la comunicazione digitale dell’offerta turistica organizzata italiana e favorire la ripresa dei flussi turistici nazionali e internazionali.

Quindi, scopo del bando è quello di selezionare proposte progettuali volte alla diffusione, commercializzazione e promozione di prodotti turistici. In particolare:

  • favorire l’ideazione di iniziative innovative che siano in grado attraverso campagne di marketing e l’adozione di tecnologie digitali di produrre e veicolare contenuti editoriali o multimediali utilizzando anche CRM evoluti con la finalità di profilazione della clientela;
  • favorire la costruzione o lo sviluppo di destinazioni o prodotti innovativi in un’ottica di valorizzazione e promozione turistica su nuovi target di clientela;
  • favorire lo sviluppo e l’adozione di tecnologie digitali che coinvolgano diversi attori e siano volti a supportare mirate strategie commerciali su specifici segmenti di domanda, e di prodotti coerenti con le finalità del bando;

Per raggiungere questi obiettivi, L’ENIT e il Ministero del turismo hanno messo a disposizione, coerentemente con quanto previsto nel Piano di Promozione 2020, complessivamente 9 milioni di euro, così suddivisi:

  • 3 milioni di euro dedicati alla realizzazione di progetti puntuali;
  • 6 milioni di euro dedicati alla realizzazione di progetti integrati.

Il bonus destinato a ciascun progetto può prevedere un finanziamento che va da:

  • 300.000 a 600.000 euro per ciascun dei progetti puntuali, ovvero progetti che insistono su un’unica area tematica;
  • 600.000 a 900.000 euro per ciascuno dei progetti integrati, ovvero progetti che coinvolgono più aree tematiche.

 

Bonus Marketing del Turismo: Chi può partecipare

Il bonus spetta a tutte le imprese, in forma singola o aggregata, operanti sia sul territorio italiano che sul territorio estero, che lavorano:

  • Nell’ambito delle attività di comunicazione concernenti la creazione e la pianificazione di campagne promozionali e il posizionamento di campagne pubblicitarie;
  • Nei settori del marketing turistico e di promozione del territorio.

Inoltre, chi intenda, partecipare al bando deve essere in possesso dei seguenti requisiti formali:

  • Non sussistenza di cause di esclusione di cui all’articolo 80 del Codice dei Contratti Pubblici;
  • La non sussistenza delle condizioni di cui all’articolo 53, comma 16 – ter del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n.165 e seguenti recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche”;
  • Iscrizione al Registro delle Imprese dello Stato di residenza. A tal fine, non è richiesta l’iscrizione ad un’attività classificata con specifici codici ATECO;
  • Essere in regola rispetto agli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e al pagamento di imposte e tasse;
  • Mancata conclusione di contratti di lavoro autonomo o subordinato e comunque mancato conferimento di incarichi ad ex dipendenti che hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali per conto del Ministero del Turismo e di ENIT nei propri confronti per il triennio successivo alla cessazione del rapporto;

Bonus Marketing del turismo: Requisiti tecnico-professionali

Oltre al possesso dei requisiti formali visti nel precedente paragrafo, chi intenda partecipare deve essere in possesso anche di tutta una serie di requisiti tecnico – professionali necessari alla realizzazione del progetto.

In particolare, i soggetti beneficiari dovranno:

  • aver concluso, nell’ultimo triennio, almeno un contratto su servizi di comunicazione digitale almeno pari all’importo minimo richiesto per il finanziamento dell’intervento progettuale proposto o in alternativa aver concluso, nell’ultimo triennio, al massimo 2 contratti su servizi di comunicazione digitale almeno pari alla metà dell’importo minimo richiesto per il finanziamento dell’intervento progettuale proposto.

Inoltre, si dovrà disporre nella propria organizzazione, prima dell’avvio del progetto e per tutta la durata la sua durata, delle seguenti figure professionali:

  • Una figura professionale con qualifica Chief Innovation Officer;
  • Una figura professionale con qualifica Digital Marketing Specialist;
  • Una figura professionale con qualifica Digital Art Director;
  • Una figura professionale con qualifica Digital Media Planner Specialist;
  • Una figura professionale con qualifica Social Media Manager.

Leggi anche: La valorizzazione del territorio con le tecnologie 4.0

 

Bonus Marketing del Turismo: Progetti ammissibili

Le proposte progettuali presentate devono riguardare campagne di promozione turistica digitale ad alto valore aggiunto delle specificità italiane, con particolare riferimento ai mercati esteri, al fine di rinnovare l’attrazione dei flussi turistici nazionali ed internazionali nei confronti del sistema “Italia”. Nel Piano di Progetto, i Soggetti proponenti devono dare evidenza degli obiettivi strategici che si intende raggiungere con la progettualità proposta e delle attività che a tal fine si intende implementare, quali:

  • estendere la stagione turistica (“turismo tutto l’anno”);
  • essere competitivo per i mercati esteri;
  • essere diretto verso un turismo di qualità, secondo una logica di profilazione e di innovazione.

Stante questi obiettivi, i principali target, a titolo esemplificativo e non esaustivo, sono:

  • turismo attivo/sportivo;
  • turismo culturale;
  • turismo enogastronomico;
  • turismo “bleisure”.

 

Bonus Marketing del turismo: Spese ammissibili

In generale, sono considerati ammissibili i costi documentati strettamente connessi allo svolgimento delle attività previste e comprovabili con opportuna documentazione. Le spese ammissibili, sono dunque, connesse alla:

  • Strategia di comunicazione e promozione digitale;
  • Progettazione, realizzazione e gestione di attività di comunicazione e di marketing digitale;
  • Traduzione in altre lingue;
  • Progettazione e sviluppo di applicazioni (web, mobile, social, ecc.) finalizzate ad attività di promozione e comunicazione nazionale ed internazionale;
  • Consulenza specifica, fino ad un massimo di 120 giornate;
  • Attività di analisi e studio di target turistici specifici per la creazione di progetti innovativi di promozione digitale;
  • Redazione di materiale di documentazione e informazione promozionale;
  • Realizzazione e sviluppo di contenuti digitali innovativi;
  • Attività di inserzionismo digitale per campagne display sia in ambiente web che negli ambienti social e promozione sui motori di ricerca;
  • Realizzazione dell’iniziativa (per esempio, spese di viaggio e soggiorno).

 

Bonus Marketing del turismo: Modalità di presentazione della domanda

La presentazione della domanda dovrà essere effettuata esclusivamente in modalità telematica entro e non oltre le ore 23:00 del giorno 19 aprile 2022. Ѐ ammessa la presentazione di una candidatura successiva, purché entro il termine di scadenza, a sostituzione della precedente. Pertanto, qualora alla scadenza dei termini risultino pervenute più candidature da parte del medesimo soggetto richiedente, verrà ritenuta valida la candidatura collocata temporalmente come ultima.

La candidatura e tutta la documentazione richiesta nel bando dovranno essere trasmesse a mezzo PEC al seguente indirizzo: pianopromozione2020_CFP@cert.enit.it indicando nell’oggetto “Avviso Pubblico per la concessione di contributi in attuazione del Piano di Promozione 2020

La documentazione trasmessa dovrà essere firmata digitalmente dal titolare o rappresentante legale del soggetto richiedente o suo procuratore. In caso di Operatori Economici stranieri o residenti all’estero, è ammesso che gli stessi rendano le prescritte dichiarazioni mediante firma elettronica avanzata rilasciata da Certificatori operanti in base a una licenza o autorizzazione rilasciata da uno Stato membro dell’UE e in possesso dei requisiti previsti dalla direttiva 1993/93/CE.

Per maggiori informazioni: Qui potete scaricare e consultare il bando integrale dell’Avviso pubblico Enit – Ministero del Turismo.

Share
Published by
Guglielmo Ferrara

Questo sito usa i cookies.