Nell’Evoluzione delle Professioni si affermano nuovi pionieri: Tecnico delle Vendite 4.0

Pubblicato il Settembre 30, 2020 da
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Che mestiere fai? Cosa vorresti fare da grande?

Queste due domande semplici e ricorrenti nelle curiosità dei bambini sono al centro di uno studio e di dinamiche complesse che interessano il mondo del lavoro.

Il desiderio o il sogno di prepararsi ad un mestiere risiede anche nella possibilità di “averne familiarità”, sapere di cosa si occupa, quali attività e quali risultati ottiene, come impatta nella vita delle persone.

Secondo alcuni esperti del mondo della cultura, una parte del disorientamento dei ragazzi che si affacciano al mondo del lavoro, al termine della scuola, è determinata dalla difficoltà di “identificare” o rintracciare questi semplici elementi nelle figure professionali.

È capitato a molti di noi di avere l’imbarazzo di non trovare immediatamente la definizione per descrivere il proprio lavoro, quel lavoro che occupa una larga parte della nostra vita, ma che difficilmente si riesce a raccontare a chi non è addetto o del settore.

Questi elementi sono sicuramente ricorrenti, e saranno analizzati nelle prossime settimane, per supportare i giovani che vogliono scegliere oggi una strada o un percorso “orientato” a costruire un progetto professionale personalizzato. Per ora ci sembra importante averlo accennato e iniziare a raccontare perché questo è successo.

Da leggere: 9 figure professionali più richieste dal mercato del lavoro digitale

 

La Digitalizzazione genera Nuove professionalità

Sappiamo che l’introduzione e la diffusione di nuove tecnologie nella quotidianità porta con sé la creazione di nuove professionalità e dà origine a “mestieri” che fino a qualche anno fa erano inimmaginabili: ebbene, questo è solo la manifestazione più evidente di un fenomeno più grande.

Infatti anche la maggior parte degli altri lavori è profondamente in trasformazione, tanto da rendere alcuni di essi difficilmente “riconoscibili” rispetto a qualche anno fa.

Nuovi percorsi e nuove professionalità della Digitalizzazione

Basti pensare a come stanno cambiando mestieri tradizionali come il meccanico, l’artigiano o il commesso e il commerciante, che, con l’aumento degli acquisti on line, hanno dovuto acquisire abilità digitali e la capacità di gestione dei clienti attraverso piattaforme digitali.

Oggi chi lavora nel commercio sa che sempre meno deve aspettare il cliente sulla porta del negozio, ma deve raggiungerlo già da casa, intercettando i suoi interessi e propensioni di acquisto, organizzandosi per una assistenza da remoto e un servizio di consegna.

Le tecnologie impattano quindi sui clienti e sui professionisti, modificando in maniera radicale le competenze che “compongono” le singole professioni.

Leggi anche: Lavorare nel digital marketing: quali competenze sono richieste?

 

L’evoluzione del marketing operativo e la relazione con il cliente

Una delle professioni che è stata dunque più trasformata, fino a renderla non facilmente identificabile o reperibile, è quella legata al Marketing delle vendite.

Ormai da alcuni anni molte aziende di diversi comparti manifestano alla nostra Fondazione ITS la richiesta di elaborare un progetto formativo specificamente dedicato a queste attività, al fine di affiancarle nella definizione di competenze innovative per il profilo.

L’area del marketing infatti si compone di molti processi e sotto-processi e, se le trasformazione dell’area strategica e quella di comunicazione sono sotto gli occhi di molti e hanno determinato l’ampia diffusione di nuove figure specializzate (tra cui anche il nostro Tecnico Superiore per il Marketing e l’Internazionalizzazione delle Imprese), in particolare anche su piattaforme e strumenti, l’area più operativa, inerente alla relazione con il cliente e le vendite, risulta essere ancora meno visibile ed esplorata, seppure ugualmente prioritaria per le imprese.

Il mercato richiede una figura che sappia raggiungere i clienti, che conosca quindi il posizionamento del proprio prodotto, che sappia raccontarlo e soprattutto che elabori una strategia in grado di supportare il cliente in tutto il suo percorso di scelta, di acquisto e di post vendita. Il tecnico vendite nella visione 4.0 è un vero e proprio professionista con competenze consulenziali.

Marketing automation e Intelligenza artificiale

Una figura sicuramente più qualificata e tecnologicamente preparata rispetto a qualche tempo fa, che sa unire capacità di comunicazione alla gestione di strumenti di intelligenza artificiale, come quelli applicati al Marketing automation.

Insomma un esperto in grado di attuare le strategie di marketing elaborate e adottate dall’impresa, attraverso la concretezza del rapporto con il cliente. Vuoi conoscere il nuovo percorso ITS dedicato a questa figura professionale? Vedi la scheda del corso Tecnico Superiore Marketing e Vendita 4.0.

Se da un lato i fabbisogni sono trasversali a diversi settori e ricorrono le medesime abilità e capacità elaborative e operative, dall’altra in alcuni ambiti sembra che la consapevolezza sia più avanzata.

 

Nuove professionalità digitali: la nascita del Tecnico Vendite 4.0

Così, quest’anno, in collaborazione con un consorzio di imprese del settore automotive, la Fondazione ITS SI avvierà l’innovativo percorso di Marketing e tecniche di vendita 4.0.

La sintesi dei fabbisogni raccolti in questi 5 anni prende forma nella richiesta concreta di una cordata di imprese con una vision avanzata e un obiettivo ambizioso: essere i primi che collaborano alla realizzazione della nuova figura per poterla sperimentare ed inserire nelle proprie aziende partner.

Le imprese coinvolte, che guidano una rete nazionale di aziende specializzate nella consulenza e vendita di prodotti per auto, capitanate da UNIT PLUS (azienda che si occupa degli aspetti consulenziali, di marketing e di sviluppo delle competenze per quasi 2.000 imprese), si sono rese partner del nuovo percorso, garantendo agli iscritti la possibilità di collaborare nelle attività sin dalla fase di formazione, di ospitare gli allievi in stage e di valutare l’assunzione di coloro che si dimostreranno interessati ad applicare le competenze acquisite nel loro settore.

Una vera innovazione di percorso con la possibilità di applicare subito le conoscenze, confrontarsi con casi reali e con professionisti che già operano nel settore, per apportare innovazioni di processo che saranno valutate e monitorate.

La proposta formativa esperienziale direttamente in azienda: sì, perché anche la parte di aula sarà ospitata nella bellissima sede di Unit Plus a Latina. Una sede moderna e attrezzata secondo i valori dell’azienda: collaborazione, innovazione, sguardo rivolto al futuro ed eccellenza.

Abbiamo avuto modo di verificare come attuare i percorsi in azienda consenta ai giovani studenti di immergersi nella dimensione professionale e di trasformare immediatamente la partecipazione alle attività in una esperienza di crescita anche personale oltre che formativa.

Dall’esperienza della Fondazione ITS SI e delle aziende Unit Plus, Tekné Consulting, Sinergica, Brainwave, Rapidoo, Rapid e Prime, prende avvio la proposta per il biennio 2020-2022:

  • Due anni di formazione ITS, in azienda, per competenze che sono richieste da tutte le imprese in Italia.

Ogni volta che parte un percorso è un momento emozionante ed entusiasmante ma qui si avvia un percorso pioniere! In attesa di conoscere i nuovi Tecnici delle vendite 4.0, buon inizio anno a tutti gli studenti!


  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up