Guide e Tutorial

Tutorial Miro: Come usare la lavagna virtuale per gestire riunioni e lezioni interattive

La situazione pandemica e lo svilupparsi di tanti nuovi lavori digitali hanno favorito ed incentivato molto il cosiddetto lavoro agile o da remoto. Oltre al lavoro, anche sempre più studenti hanno dovuto approcciarsi ad un sistema di insegnamento online, vuoi perché costretti in via precauzionale o proprio per la grande diffusione di scuole ed università telematiche.

Per questi motivi si è sentita la necessità di avere a disposizione, sia per lavoratori che per studenti, programmi e piattaforme che facilitassero le azioni da remoto ed eliminassero i problemi creati dalla mancanza di un contatto face to face.

Le principali caratteristiche che si cercano in un programma quando si studia o lavora da casa sono sicuramente una buona condivisione dei contenuti, visto che di solito si fa parte di un team con cui è necessario interfacciarsi, ma anche altre funzioni più specifiche che possano agevolare il lavoro e lo studio. I docenti e i professori di ogni ordine e grado, inoltre, si sono visti a dover organizzare lezioni, senza poter avere un contatto diretto con gli studenti: come fare?

Un tool davvero efficace e che ha fatto molto parlare di sé per la sua grande utilità nel mondo del lavoro da remoto è Miro (Online Whiteboard & Visual Collaboration Platform), ed è molto più di una lavagna digitale: scopriamolo insieme.

Cosa è Miro – Visual Collaboration Platform

Miro è una lavagna interattiva completamente online, alla quale possono lavorare interi team in contemporanea. Questo software è stato fortemente voluto per aiutare gli utenti di tutto il mondo ad essere produttivi e a collaborare anche a distanza.

Oggi sono già 20 milioni gli utenti che hanno deciso di affidarsi a Miro e di agevolare il proprio lavoro o studio online grazie a questa lavagna digitale interattiva.

Miro offre moltissime funzioni, è semplice da utilizzare e garantisce livelli di sicurezza davvero elevati. Su questa lavagna troverai tutto il necessario per insegnare, fare lezioni, lavorare, collaborare e studiare da solo oppure in compagnia.

Utilizzare Miro è facile e veloce: dovrai collegarti al sito web della lavagna ed iscriverti al portale. Creando un account, infatti, tutte le lavagne che creerai rimarranno salvate all’interno del tuo profilo. Ma se preferisci non registrarti puoi comunque utilizzare la versione Miro Lite, che ti consente di creare bacheche e di condividerle con chi vuoi, ma queste dureranno solamente 24 ore. In ogni caso puoi salvare le tue lavagne scaricandole come immagine o PDF sui tuoi dispositivi.

La lavagna virtuale Miro è disponibile sia in versione dekstop che mobile, e su questi ultimi dispositivi può essere usata con l’ausilio di penne interattive oppure del touchscreen.

Oltre ad avere tante funzioni, Miro presenta anche molti strumenti da utilizzare per i propri lavori, come post-it di colori differenti su cui scrivere, forme e frecce, la possibilità di scrivere a mano con mouse o penne interattive, caselle di testo e altro. Inoltre, su questo strumento, puoi creare mappe mentali, inserire video o immagini.

E’ possibile poi integrare i maggiori strumenti collaborativi, come la Google Suite, Microsoft Teams, One Drive, Dropbox ed altri tool ideali per condividere file ed idee.

Il grande vantaggio della lavagna virtuale Miro è che si tratta di uno spazio infinito, nel quale è possibile incollare o scrivere contenuti di differenti tipo, perché praticamente non ci sono limiti.

Leggi anche: Quali sono i lavori e le nuove professioni post Covid?

 

Funzionalità principali della piattaforma Miro

Abbiamo già citato tantissime funzionalità di Mito, ma vediamo nello specifico cosa puoi fare con questa lavagna interattiva.

  • Product design: grazie alla possibilità di collaborare in contemporanea allo stesso lavoro anche da luoghi differenti, puoi progettare e realizzare nuove idee assieme al tuo team. Miro è ideale per l’ideazione di nuovi progetti ed il brainstorming, grazie alla alta condivisibilità dei suoi contenuti.
  • Meeting: questa è la funzionalità più utilizzata da insegnanti e studenti, perché consente di riprodurre fedelmente un’aula, nella quale tutti i partecipanti possono commentare, mostrare i propri volti e vedere cosa viene condiviso dagli altri utenti. Infatti, la formazione è uno degli ambiti nel quale Miro è più utilizzato, perché si possono fare meeting e realizzare lezioni interattive alle quali tutti gli utenti possono partecipare attivamente. Usare una piattaforma come questa per studiare ed insegnare sembra anche che favorisca l’apprendimento di alcune soft skills molto importanti, come la capacità di lavorare in gruppo, di comunicare, creare e organizzare.

Da leggere anche: 12 Soft Skills utili per entrare nel mondo del lavoro

  • Mappe: puoi creare mappe concettuali molto sofisticate, per fissare i contenuti da studiare oppure condividere le tue idee e gestire il lavoro. Si possono realizzare grafici e diagrammi, e ognun partecipante può aggiornare le mappe con risultati e soluzioni chiare ed intuibili. Ma con Miro puoi anche presentare ad un pubblico virtuale ricerche o report, usando la lavagna per fissare alcuni concetti importanti, mostrare immagini e collegamenti.

 

Come gestire riunioni e creare lezioni con Miro

Grazie alla forte interazione che caratterizza la lavagna virtuale Miro, questo software è ideale per l’insegnamento e la creazione di lezioni online.

Dopo aver creato il proprio account sul sito web di Miro, l’organizzatore del meeting, ad esempio un docente, avrà a disposizione un link da condividere con gli studenti, che in questo modo potranno accedere alla lezione dal proprio dispositivo. A questo punto, i partecipanti potranno attivare webcam ed audio per comunicare e mostrarsi agli altri utenti. E’ un ottimo modo per interagire e fare nuove conoscenze anche a distanza, che talvolta impedisce di socializzare.

La lavagna virtuale Miro può essere impostata secondo diversi templates che sono disponibili.

L’organizzatore del meeting può, ad esempio, dare delle istruzioni agli utenti riguardo un compito in classe o un workshop. Al contempo, gli utenti abilitati possono modificare gli elementi, aggiungerne di nuovi o scrivere qualcosa sulla lavagna virtuale.

Tutti, inoltre, possono vedere cosa fanno gli altri, perché il software mostrerà i movimenti del cursore degli altri utenti. Ovviamente, l’organizzatore può anche decidere di bloccare delle parti del file affinché nessuno le modifichi. Questo è ideale durante la stesura di un progetto in team, quando magari si sono prese delle decisioni che non vanno in alcun modo cambiate.

Il tool Miro permette agli utenti anche di votare dei contenuti di altri partecipanti, come proposte di idee o performance. Questo è molto utile per dare dei voti al lavoro degli studenti, oppure per scegliere tra diversi progetti in base alla maggioranza.

 

Costi di Miro

Il tool di Miro prevede differenti piani di prezzo, per adattarsi ad ogni esigenza.

Innanzitutto è disponibile un versione chiamata Miro Lite che consente di usare la lavagna virtuale direttamente dal sito web di miro.com senza aprire un proprio account e completamente in modo gratuito. Questa versione offre le principali funzionalità di questo tool, permettendo agli utenti di scrivere a mano, creare caselle di testo, evidenziare, mettere post-it oppure altre figure. Il problema di Miro Lite è che le lavagne si conservano solamente per 24 ore sulla piattaforma.

Se si desidera un maggiore servizio, è necessario attivare un account sul sito di Miro. Questo non prevede la sottoscrizione a nessun abbonamento né l’inserimento di carte di credito, ma è totalmente gratuito. In questo caso le tavole create restano nel proprio account e possono essere scaricate sul dispositivo selezionato. Si possono realizzare 3 board, che si possono condividere però senza accesso. Inoltre, è possibile usare le molte app collaborative compatibili e seguire il lavoro di eventuali collaboratori.

Miro mette poi a disposizione tre differenti versioni a pagamento, da scegliere in base al prezzo e alle esigenze che si hanno. L’opzione Team costa 8 euro al mese e aggiunge alle funzionalità della versione gratuita anche la possibilità di creare board illimitate e di commentare. La versione Business ha un prezzo di 16 euro al mese aggiunge all’opzione Team anche l’accesso a Single Sign On.

Infine, c’è la possibilità di configurare una versione di Miro completamente personalizzabile, chiamata Enterprise. Quest’ultima ha un prezzo che cambia in base alle features che si decidono di aggiungere al pacchetto.

In conclusione, il tool Miro è una lavagna virtuale ideale per insegnanti, studenti e lavoratori. La possibilità di avere un account gratuito pieno di funzionalità è vantaggiosa e perfetta per chi necessita di un software da usare di tanto in tanto. Chi invece lo usa in maniera professionale può investire una piccola somma mensile per avere funzioni aggiuntive.

 

I percorsi formativi proposti dalla Fondazione ITS Servizi alle Imprese

➔ Sei interessato ad un percorso di specializzazione post-diploma focalizzato sul Digital Marketing?
Ti consiglio di valutare il nostro corso gratuito biennale: Tecnico Superiore per la Digital Strategy aziendale.

➔ Ti appassiona l’innovazione e la sostenibilità e vuoi diventare un esperto di Logistica e Processi aziendali 4.0?
Scegli il corso gratuito biennale: Tecnico Superiore per la Logistica 4.0.

➔ Sei interessato alla comunicazione d’Impresa ed evoluzione dell’Ufficio Stampa in chiave multimediale?
Scegli il corso gratuito biennale: Tecnico Superiore Ufficio stampa 4.0.

 

Share
Published by
Daniele Senigagliesi

Questo sito usa i cookies.